venerdì 20 marzo 2015

"Indigestioni" di Gaetano Altopiano

Essere obbligato, ogni sera, alla visione di certi “spettacoli” mi ha definitivamente disgustato. Ho notificato a mia moglie il desiderio di cenare entro le 19, ora in cui vanno in unda solo programmi di intrattenimento: niente telegiornali, insomma. Mi spiace per l’impressione che farò su quanti proveranno a cercarmi a quell’ora (già li immagino: “alquanto provinciale, no?”) ma non me ne fotte nulla. Non intendo, da oggi, mangiare un minuto più tardi. Chi voglia perpetrare l’usanza di mettersi a tavola nel classico 20/21 è liberissimo, ma, se non l’abbia già fatto, si prepari al pericolo che lo aspetta: l’informazione ha superato ogni limite. E’ essenzialmente horror. Niente di più dannoso alla digestione.