martedì 24 giugno 2014

"Prendeva la 41 ma a 50" di Gaetano Altopiano


Prendeva la 41 di scarpe, ma a un certo punto fu costretto a cambiare registro. Sui 50 notò un cambiamento: la lunghezza era sempre la stessa (o quasi) ma il piede si dilatò in larghezza rendendogli la vita impossibile. Gli costò un patrimonio. Non una scarpa andava più bene. “Perfettamente normale che invecchiando il piede si espanda verso i lati”, disse il podologo, “non è proteso come un tempo in direzione dell’orizzonte, oggi cerca definitiva sistemazione”. Non era una battuta. E infatti nessuno si sognò di ridere.