venerdì 30 maggio 2014

"Finzioni" di Gaetano Altopiano

Magari venderà milioni di dischi, sarà amato da mezzo mondo, ma nel mio archiviario Zucchero è solo un porcellino affetto da ipersudorazione. E’ in grado solo di grugnire e di sbavare dalle ascelle, ha i capelli sempre unti, si atteggia a bluesman ma è solo un provinciale. Lo detesto, sia come animale che come cantante. E’ proprio un finto. E poi quel vizio di presentarsi sul palco circondato da coristi neri come se fosse quella la sua vera famiglia biologica. Mi sta proprio sulle palle.