venerdì 19 febbraio 2016

SCEGLIERE IL BUIO, EVADERE ELUDERE DISENELARSI di Francesco Gambaro




Allora mettiamola così. A me piace SKY, della Rai me ne impipo. Il Festival di Sanremo l'ho sempre pensato un raduno mussoliniano. A SKY, dove ho tutto e di più (RAI compresa) pago 69,90 al mese e, quando voglio onanizzarmi, senza essere costretto a farlo davanti Bruno Vespa, è tutto gratis su Argentina Hot Tv Shows. Perché dovrei pagare la bolletta del canone RAI, la rete pubblica più commerciale che c'è. Una tassa da avanspettacolo, destinata a rubarci per un anno (non durerà di più perché è fuori dalla storia, come quella che quello scemo di mio padre pagò per la sua autoradio Voxson nel 1968). Tentino di infilarmela nella bolletta dell'Enel, al buio, non troveranno dove imbucarla.