domenica 28 febbraio 2016

STEP-OLD di Gaetano Altopiano




Mi hanno proposto di fare la dama di compagnia. Non chiaramente, no, capirete, ma da due o tre segnali ho potuto intuirlo. Si tratterebbe di dare il braccio a una signora che non ha più nessuno un paio di volte a settimana (in verità solo parlare e giocare a burraco): tutto qui. Pomeriggio, mattina, orari, ancora da stabilire. Per quanto insolito all’uomo (contronatura direbbe Alfano), questo ruolo, a cominciare dal suo aspetto dialettico mi ha subito affascinato. Non parliamo, poi, della sua natura intrinseca: già sono emozionato al pensiero. Ho accettato senza riserva.