mercoledì 9 agosto 2017

LA FALENA di Gaetano Altopiano






Da un paio di giorni, aprendo il frigorifero, notavo una macchiolina scura su uno dei ripiani: sarà un avanzo di qualche cosa, pensavo, una pagliuzza, una crosticina di pane. La sera mi decido e prendo la macchiolina scura tra le dita guardandola sotto la luce: è una farfallina delle case, morta congelata, non so più da quanto tempo a questo punto. Magari nascosta tra la frutta, o in un cespo d’insalata. Di loro scopro non resistono a temperature prossime o sotto lo zero, e infatti è proprio morta stecchita quando la metto in un posacenere. Il posacenere accanto allo schermo del mio pc, ossia, esattamente di fronte. Da dove meno di cinque minuti dopo la farfallina si alza in volo roteando verso il soffitto. Post mortem.