mercoledì 25 gennaio 2017

LA TIGRE di Gaetano Altopiano







Non ci sono mostri altrettanto ossessivi. Per quanto meravigliosa la fantasia della Tigre accompagnò uomini come Salgari e Borges estenuandoli fino alla morte, più di quanto in passato non avessero fatto i draghi con Piero di Cosimo o Paolo Uccello. Quello che li legò a questo animale ha dell’incredibile e potrebbe anche non essere giustificato ai nostri occhi, se noi stessi, in più di un’occasione, non ne fossimo stati sbranati in sogno.