venerdì 20 gennaio 2017

ORGANIZZAZIONI di Gaetano Altopiano



L’organizzazione di un cervello (o di una qualsiasi altra entità che ne condivida lo scopo) passa attraverso tre stadi obbligatori: solo raggiunto il terzo livello il suo frutto può degnamente prendere il nome di intelligenza. Stadio 1) causa/effetto. Riguarda sommariamente lo stadio intellettuale dei bambini, dei batteri, dei vegetali, degli animali di piccolissima taglia, delle dorsali oceaniche e del moto dei pianeti e simili. Stadio 2) causa/difetto/effetto. Riguarda gli adolescenti, gli alberi d’alto fusto, gli animali di piccola e media taglia, i virus, i vulcani, le faglie minori e simili. Stadio 3) causa/ragionamento/effetto. Riguarda lo sviluppo degli adulti, dei baobab, degli animali di grande e grandissima taglia, dei gaiser, dei vulcanelli, delle fumarole, delle fughe di gas cittadino e simili. Il battere su un tamburo non è sintomo di intelligenza. Non è sintomo di intelligenza nemmeno individuare un cognome su un campanello da suonare. Né azzeccare la scarpa destra o sinistra al primo colpo.