venerdì 24 febbraio 2017

ENOLOGIA CON SCHERMO PIATTO di Gaetano Altopiano







Maltempo circoscritto all’intero universo. Piove. Probabili schiarite tra sei/sette miliardi di anni luce, da concordare. Prendere appunti - costellazione del Cavallo, o Pegaso, coordinate carta celeste 23 00 00, + 15° 00’ 00’ del cielo boreale (già descritta da Tolomeo ma non importa). Le conseguenze di un divorzio, stando ai presenti dati, sarebbero disastrose: sopra gli ombrelli o sotto cambierebbe poco, nel suo delirio mistico l’amore anela a verdure fresche, ma quasi esclusivamente si ammala di diarrea del viaggiatore. L’enologo non basa più il giudizio, come faceva un tempo, su cose sacrosante tipo colore, limpidezza, alcolicità, odori, ritorno di fiamma di un vino. Stringe la mano al primo classificato e si congratula: nulla da dichiarare. Come potrebbe, mancando ogni materia prima? Piove sui nostri volti Silvana, o Ermione, importa poco. Piove sui vestimenti leggeri e sulle mani ignude. La bella favola che ieri ci aveva illusi e che oggi continua a illuderci, in tutte le meraviglie del possibile: sulla Milano Serravalle Liegi Bastogne o sopra uno schermo piatto da un numero di pollici infinito.