lunedì 20 febbraio 2017

UN VECCHIO POETA di Gaetano Altopiano







Se ancora esiste poesia in un vecchio lo si scopre misurando la sua capacità di immaginare animali che non esistono: un gatto che non sia agile, un cammello che non sia resistente, un serpente che non si contorca. Secondo i canoni del maestro non bisogna pensare a bestie di fantasia poiché quelle non dimostrerebbero affatto che in lui ci sia ancora poesia, ma solo che è un pazzo. Fin quando non sarà esausta, infatti, la fiamma instillerà in lui il potere di pensare animali impossibili, compreso il tranello di lui stesso: un uomo che non riesca a immaginare animali come un gatto che non sia agile, un cammello che non sia resistente, un serpente che non si contorca.