giovedì 29 giugno 2017

(L'OCCHIAIA. 34.”L’oleandro fiorito 2”) di Elio Coniglio



   Ha lineamenti d’uccello e scapole sbilenche sporgenti dalle spalle curve l’uomo che, ogni giorno, dritto sulle esili gambe storte sotto l’oleandro fiorito, indisturbato ne scandaglia con gli occhi – due buie fessure avide di luce – le fronde ombrose: non sono i rossi maliosi dei fiori ad attrarlo ma un fugace frullo d’ali gialle che crede di vedere fra gli irraggiungibili grovigli di rami e  foglie verbose …