martedì 25 agosto 2015

"Sulla decadenza del mio naso" di Francesco Gambaro


Troppi micromalanni stanno dandosi appuntamento nel mio corpo. Prendiamo l'ultimo: sul naso, esattamente nel suo promontorio, accanto allo storico angioma rubino, si è insediato un piccolo neo nero, foruncoloso seppure in zona non fricativa, inoltre, la parte assiale destra, quella del setto deviato, vistosamente ingrassata e più ostruttiva, mi obbliga a turare la narice sinistra per liberarla dal muco attraverso un forzato spurgo d'aria. Per non dire dell'accresciuta porosità di tutto il corpo nasale e della selvaggia pelosità en plein air. A naso, direi che sto invecchiando.