lunedì 19 ottobre 2015

NON SOMIGLIERO' PIU' A ME STESSO di Francesco Gambaro

Non somigliare a se stessi è arduo osservandosi allo specchio. L'antinarcisismo una meta fantasiosa. Fantascientifica ci corresse Bob Shaw che in Altri giorni, altri occhi inventò per noi devoti dell'inapparenza, la retardite. Una tipologia di vetro che modificando la formula chimica Si04 in Si04n (infinito) rallenta il passaggio della luce. Le immagini attaversano il vetro con un ritardo temporale variabile e controllabile. Nel periodo sperimentale, montato sui parabrezza delle automobili, causò una quantità di incidenti mortali (i guidatori svoltavano all'altezza del civico 273, o passavano col verde mentre era di nuovo rosso) ma questo fu la prova dell'efficienza della retardite. Esposti nella stagione estiva alle Eolie, venivano, nella stagione invernale, sostituiti ai vetri delle finestre cittadine, e l'estate e le Eolie entravano in casa per sempre. Il suo perfezionamento fu poi allargato agli specchi. Così che ogni mattina, facendomi la barba, vedo farsi la barba mio padre.