martedì 24 novembre 2015

COSE CHE ANCORA MI SONO ANCORA di Francesco Gambaro

La targhetta Rag. Gambaro che ancora presiede dal 1982 la casa paterna del fu mio padre. Senza nome ma con un titolo di studio. La lettera C perduta da Gaetano e sostituita da una K kafkiana. La Q di qulo con cui Giovanni non si degnava di descrivere meglio l'oggetto dei suoi desideri. La R di Furvio, che accettava il cambio con la L, ma non la sottrazione della B del suo cognome Abbate. Il QUARTORDICI intramontabile dei palermitani e l'anno Ventuno dello mezzadro nato spagnolo, Francisco, all'anagrafe castelbuonese.