lunedì 25 aprile 2016

VIVA LA MONARCHIA SOCIALE di Francesco Gambaro




Di bello c'è, bella gente, che in queste giornate di feste comandate, si arrostino coste di agnello e di maiale, cipolle peperoni patate sotto brace, si beva molto e, nel finto scenario bucolico, in cui una signora grida, mamma? Mamma dove sei? Ma ti sei fumata? si dimentichi di accendere il televisore. Per mezza giornata si è partito unico, antiparlamento della televisione Il cristodiddiofanculo al televisore, agognato con scarsa forza nei giorni miseramente quotidiani, alla faccia della cadenza civile della festa della repubblica, si inebbria di monarchia familistica.